Miti di YouTube: Quali hanno un impatto negativo maggiore?

miti di youtube immobili digitali

Indice degli argomenti

I consigli di YouTube rientrano in genere in tre categorie: Ottimi suggerimenti, suggerimenti OK e falsi miti.

Di tutti i miti che potrebbero danneggiare il tuo canale, questi 12 hanno l’impatto maggiore, in modo negativo.

Ci sono molti miti su YouTube, specialmente quelli che hanno a che fare con la crescita di un canale.

Alcune persone credono di aver bisogno di attrezzature costose per iniziare a registrare video.

Altri pensano che sia impossibile guadagnare con un piccolo canale YouTube.

Ma bando alle ciance, ecco 12 cose a cui non dovresti credere su YouTube.

I video YouTube più lunghi si posizionano più in alto rispetto a quelli più brevi

Questo è uno dei miti più antichi su YouTube.

Ma non importa quanto credibile, i fatti parlano: I video più lunghi non sono il ponte verso più visualizzazioni o classifiche più alte.

La verità è che un video di un minuto può essere virale quanto un video di 20 minuti.

La cosa più importante che i creator devono ricordare qui è far capire il tuo punto di vista indipendentemente da quanto pensi che dovrebbero durare i tuoi video.

Miti di YouTube: Le persone fanno clic solo sulle miniature contenenti testo

Questo è un mito, soprattutto perché esiste più di un modo per creare miniature di YouTube.

Decidere di inserire del testo nella grafica (o meno) dipende dal tipo di contenuto che stai creando.

Se sei un vlogger, potresti non aver sempre bisogno del testo della miniatura.

I tuoi video di solito hanno una trama vaga e gli spettatori non si aspettano una panoramica esatta prima di fare clic.

Vengono con te perché gli piace guardarti, quindi un’immagine accattivante (senza o senza testo) andrà bene.

D’altro canto, un creator di tutorial dovrebbe probabilmente utilizzare il testo in miniatura.

Se uno spettatore sta imparando a scattare foto, a investire i propri soldi o qualcos’altro, poche parole possono aiutarlo a individuare il tutorial migliore per tale obiettivo.

I tag YouTube aiuteranno il tuo video a posizionarsi più in alto

È facile guardare i tag e inconsciamente pensarli come parole chiave.

Ma YouTube ha sfatato questo mito molte volte.

Quindi, ora, è meglio accettare che i tag video non aiuteranno nessuno a scoprire i tuoi video. anno qualcos’altro di completamente diverso.

I tag possono essere utili se il contenuto del tuo video è spesso scritto in modo errato.

Altrimenti, i tag svolgono un ruolo minimo nella scoperta del tuo video.

Miti di YouTube: Usare l’intelligenza artificiale rovinerà il tuo canale

Se abbiamo imparato una cosa dallo scorso anno, è che l’intelligenza artificiale è qui per restare.

E questa non è comunque una novità nell’ecosistema dei contenuti.

L’algoritmo basato sull’intelligenza artificiale di YouTube è al servizio dei consumatori ormai da anni ed è diventato stranamente bravo.

Ma lo scetticismo che i creator potrebbero nutrire riguardo all’uso dell’intelligenza artificiale è giustificato, soprattutto perché le cose non sono ancora così tanto definite.

Inoltre, YouTube sta rilasciando strumenti di intelligenza artificiale che aiutano i creator a modificare più velocemente, creare sfondi con schermo verde e altro ancora.

Quindi, l’intelligenza artificiale non rovinerà il tuo canale.

Ciò che conta di più è il modo in cui usi la tecnologia.

Molti canali hanno sfruttato l’audio AI per i loro contenuti.

L’uso di queste app può farti risparmiare un sacco di tempo ma può anche compromettere la qualità.

Tuttavia, l’utilizzo dell’intelligenza artificiale per i video è una questione completamente diversa, in cui entrano in gioco il fair use e il copyright .

Quindi, fai attenzione e tieni presente le politiche di YouTube.

YouTube “frena” il tuo canale

Che tu sia un creator piccolo o grande, realizzare video scadenti fa parte del viaggio.

Succede quando hai appena iniziato e stai cercando di imparare come funziona YouTube.

A volte, anche i tuoi spettatori più fedeli potrebbero non guardare i tuoi ultimi caricamenti e ciò può creare confusione.

Spesso, i nuovi creator pensano di essere stati messi in disparte dalla piattaforma, e la maggior parte delle volte è un mito.

Il complesso algoritmo di YouTube considera tutto: A quante persone viene mostrato il tuo video, quanti clic riceve e il tempo di visualizzazione che guadagna.

Quindi, se i numeri sono bassi, di solito è spiegato da uno di questi parametri.

Miti di YouTube: Hai bisogno di attrezzature o software costosi per realizzare video virali

Questo è un mito, soprattutto se applicato a tutti i canali YouTube.

La verità è che la maggior parte dei canali può crescere con i filmati di base dello smartphone o creati al pc da zero.

Quando parli a un pubblico che ama la tecnologia, è allora li che tutto cambia.

È naturale che un direttore della fotografia abbia riprese cristalline da una fotocamera di fascia alta.

È logico che un fotografo scatti foto migliori con una tecnologia avanzata.

Quindi stai tranquillo.

A meno che tu non stia facendo qualcosa di tecnico, l’aggiornamento della tua attrezzatura è un’opzione, non una regola.

miti di youtube

Devi utilizzare Clickbait per ottenere visualizzazioni

Per prima cosa, reinventiamo la parola clickbait.

Molte persone pensano che sia una cattiva pratica, ma non tutti i clickbait fanno sentire le persone ingannate, prese in giro o turbate.

Proprio come su YouTube esistono dei clickbait scadenti, esistono anche dei “clickbait buoni” che mantengono la promessa generale o il tema di un video.

Cattivo clickbait: Promettere qualcosa che non accade mai nel video. Essenzialmente mente allo spettatore.

Buon clickbait: Anticipare qualcosa che accade nel video, ma con una svolta emozionante. Ciò potrebbe significare leggere un titolo che dice “Ho rapinato una banca”, ma il video stesso è una sfida a tema rapina con una banca falsa e oggetti di scena falsi.

Miti di YouTube: Pubblicare Shorts su YouTube può danneggiare il tuo canale

Questo mito sembra logico a prima vista.

Se le persone venissero a vedere video di lunga durata, perché improvvisamente dovrebbero guardare i tuoi Short?

E se lo fanno, questo danneggia il tuo pubblico dei video di lunga durata?

Bene, siamo lieti di rivelarti che gli Shorts non danneggeranno il tuo canale.

In effetti, potrebbero aiutarti a ottenere più visualizzazioni sui video di lunga durata, con l’aiuto di collegamenti correlati.

L’importante è capire cosa ottieni effettivamente da Shorts.

Attraverso YouTube Shorts, i tuoi contenuti potrebbero raggiungere spettatori che altrimenti non avrebbero.

Potrebbero non trasformarsi in spettatori dedicati, ma più occhi possono migliorare la tua presenza sulla piattaforma nel suo complesso!

Tutte le entrate di YouTube provengono dalle visualizzazioni dei video

Esistono molti modi per guadagnare su YouTube e non tutti hanno a che fare con la raccolta di entrate pubblicitarie tramite le visualizzazioni.

Altre opportunità includono:

  • Abbonamenti al canale: vendita di contenuti esclusivi ai super fan ogni mese.
  • YouTube Premium: raccolta di entrate quando un abbonato a YouTube Premium guarda i tuoi contenuti.
  • Scaffale di articoli: vendita di articoli di marca dal profilo del tuo canale e dalle pagine di visualizzazione.
  • Superchat e adesivi: raccogli denaro dagli spettatori quando trasmetti in diretta.
  • Super Grazie: accetto piccoli “suggerimenti” sui video normali.
  • Offerte e sponsorizzazioni con i marchi: i marchi ti pagano per pubblicizzare i loro servizi nei tuoi contenuti.
  • Entrate di affiliazione: ricevere una commissione sulle vendite quando gli spettatori effettuano un acquisto utilizzando il tuo link di affiliazione.

Miti di YouTube: Il conteggio degli iscritti ha un impatto significativo sulle entrate di YouTube

Sebbene alcuni canali più grandi guadagnino di più, non è sempre perché hanno più iscritti.

Ciò che conta di più è l’argomento trattato da qualcuno sul proprio canale: La propria nicchia su YouTube.

Proprio come nel mondo degli affari, alcuni settori attirano più denaro di altri.

Tali aree tendono ad essere investimenti, settore immobiliare, marketing online, sanità, assicurazioni, affari e settori simili.

Non c’è molto di diverso su YouTube.

I piccoli canali non riescono a guadagnare su YouTube

Questo non potrebbe essere più lontano dalla verità.

Anche se non partecipi al Programma partner di YouTube, puoi iniziare a guadagnare subito.

Non devi aspettare di avere 1.000 iscritti e 4.000 ore di visualizzazione per qualificarti.

C’è ancora la possibilità di ottenere accordi con i marchi, raccogliere entrate di affiliazione, vendere prodotti al di fuori di YouTube e altro ancora.

Potresti comunque guadagnare di più al di fuori del Programma Partner!

Miti di YouTube: Per entrare nell’elenco delle tendenze di YouTube, devi pubblicare in un momento specifico

Questo mito è dannoso perché si concentra su un concetto immaginario.

Realisticamente, non esiste una “finestra di tempo” prestabilita in cui i video iniziano a diventare trend.

Fortunatamente, YouTube è più esperto di così.

La piattaforma non esamina i contenuti video una volta ogni 24 ore. piuttosto ogni 15 minuti.

Quindi, potresti pubblicare il tuo video in qualsiasi momento della giornata e, se viene accolto da un vasto pubblico, potrebbe iniziare a fare tendenza.

Lascia che il tuo pubblico sia la tua stella polare, non l’elenco delle tendenze di YouTube.

In questo modo, pubblicherai video quando i tuoi iscritti saranno online e pronti a guardare i video.

Fai crescere il tuo canale ascoltando il tuo pubblico

Come ci si sente a sapere che un brutto video non rovinerà il tuo canale?

O che la durata del video non è così critica come pensavi una volta?

In definitiva, gli spettatori vogliono solo il contenuto che stanno cercando.

Quindi, si spera, ti sentirai più leggero dopo aver appreso 12 miti su cui non è necessario concentrarti!

In questo articolo ti spieghiamo come funziona l’algoritmo di YouTube.

Seguici anche sul nostro canale YouTube!

Ti aspettiamo nel prossimo articolo!

Immobili Digitali

I video YouTube più lunghi si posizionano più in alto rispetto a quelli più brevi?

Non necessariamente. La durata del video non determina il suo successo o il suo posizionamento. È più importante concentrarsi sulla qualità e sulla rilevanza del contenuto.

Per entrare nelle tendenze di YouTube, è necessario pubblicare in un momento specifico?

Non è una regola assoluta. YouTube valuta costantemente i video per il posizionamento nelle tendenze, indipendentemente dall’ora di pubblicazione. Concentrarsi sul proprio pubblico e sulla qualità del contenuto è più importante che pubblicare in un momento specifico.

Come posso far crescere il mio canale su YouTube?

Ascoltare il proprio pubblico, creare contenuti di qualità e mantenere una presenza costante sulla piattaforma sono fondamentali per far crescere un canale su YouTube. È importante anche rimanere aggiornati sulle tendenze e adattarsi alle esigenze del pubblico.

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

CONDIVIDI IL POST

Facebook
LinkedIn
Twitter
WhatsApp
Email
Immobili Digitali
Immobili Digitali

Immobili Digitali è il portale che ti permette di sfruttare la potenza di Youtube e creare infiniti Asset Digitali Automatizzati che ti portano visibilità e revenue costanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli