Consigli YouTube 2023: Cosa non funziona più?

CONSIGLI YOUTUBE 2023 IMMOBILI DIGITALI

Indice degli argomenti

Ci sono molti consigli su come far crescere un canale YouTube nel 2023, ma di quali informazioni dovresti fidarti?

Nel frenetico mondo di YouTube, è facile farsi coinvolgere dalle ultime tendenze e tattiche per far crescere il tuo canale.

Tuttavia, è importante ricordare che ciò che funziona oggi potrebbe non funzionare necessariamente in futuro.

Con questo in mente, ecco otto consigli di YouTube che magari in passato funzionavano ma che nel 2023 non funzionano più.

L’avvio di un canale separato per i tuoi Shorts non ha più senso

Alcuni creator temono che la combinazione di video lunghi con altri più brevi danneggi il loro canale.

Ha senso quando segui la regola più cruciale della crescita di YouTube: crea video per il tuo pubblico e nessun altro.

Ciò pone la domanda: se gli spettatori supportano i tuoi shorts, perché improvvisamente dovrebbero desiderare video lunghi?

E se attualmente gli piacciono i tuoi video lunghi, perché dovrebbero volere gli short?

Fortunatamente, questo è un problema di cui non devi più preoccuparti.

YouTube ha colmato il divario tra video lunghi e corti in modo che possano coesistere sullo stesso canale.

La piattaforma consiglierà i tuoi video mentre le persone guardano i tuoi Short, permettendoti di far crescere il tuo canale con entrambi i tipi di contenuti.

Consigli YouTube 2023: Presentarti in ogni video non è sempre necessario

Non c’è niente di sbagliato nel dire “ciao” all’inizio di un video, ma cerca di non presentare te stesso, il tuo canale e la tua nicchia ogni volta.

Una volta che uno spettatore conosce queste informazioni, ripeterle è inutile.

Invece, presentati con il valore che hai promesso agli spettatori prima che facessero clic sul video.

Potrebbe essere l’idea principale o la trama che hanno visto nel titolo, nella miniatura o nella descrizione del video.

Dopotutto, è quello che sono venuti a vedere!

I tag di YouTube non sono più così importanti

Molte persone pensano di ottenere più visualizzazioni aggiungendo tag a un video, ma non è così che funzionano.

I tag aiutano le persone a trovare i tuoi contenuti, soprattutto se l’argomento contiene spesso errori di ortografia.

Questo vuol dire che, se ci sono degli errori di ortografia molto comuni, che capitano spesso, puoi inserirli all’interno dei tag aiutando così tutte quelle persone che li commettono.

Nel complesso, i tag svolgono un ruolo minimo nell’aumentare le visualizzazioni.

Il titolo, la descrizione e la miniatura del video sono i più importanti per la scoperta del video, secondo YouTube.

Consigli YouTube 2023: Le pagine di ricerca su YouTube hanno meno efficacia

Le persone scoprono i video in molte parti dell’app o del sito web di YouTube.

Le pagine di ricerca sono solo uno di quei posti, quindi non è necessario dare loro la priorità rispetto a qualsiasi altro.

Il tuo video potrebbe apparire in:

  • Video consigliati;
  • Pagine canale;
  • Notifiche agli abbonati;
  • Playlist;
  • Schermate finali;
  • Traffico diretto;
  • Traffico esterno;
  • Pubblicità su YouTube;
  • Altre funzionalità di YouTube.

Quindi, se stai realizzando solo video basati sulla ricerca delle parole chiave, stai perdendo tantissime visualizzazioni.

Lo sappiamo perché il 70% delle visualizzazioni su YouTube proviene da video consigliati!

Ciò significa che è meglio realizzare video che integrino i contenuti popolari e virali all’interno della tua nicchia (quindi YouTube consiglia il tuo video successivo).

CONSIGLI YOUTUBE 2023

Diventare subito virale ti penalizza

Diventare virali su YouTube comporta molti vantaggi, come attirare nuovi spettatori e aumentare la tua fiducia come creator.

Ma nessuno parla di come questi vantaggi si trasformino in battute d’arresto per i creatori che non sono abituati a diventare virali.

Potrebbero passare mesi a cercare di inseguire questo risultato, il tutto prendendo di mira il pubblico sbagliato e peccando sotto il lato creativo.

Ecco perché diventare virali su YouTube è sopravvalutato.

Ecco i motivi principali:

  • Diventare virali crea dipendenza: una pressione di cui non hai bisogno così presto;
  • Le visualizzazioni non provengono sempre dal tuo pubblico “reale”;
  • A volte, diventare virali comporta critiche;
  • Alcune tendenze/sfide virali sono rischiose;
  • Diventare virali distorce la tua percezione della quantità rispetto alla qualità;
  • Pensi meno al tuo pubblico e più a te stesso.

Un creator esperto può resistere a queste cose, ma è più difficile quando sei nuovo su YouTube.

Consigli YouTube 2023: Non fare “Sub4Sub” per ottenere più abbonati

Sub4Sub è quando due creator si iscrivono l’uno al canale dell’altro per aumentare il numero complessivo di iscritti.

Sembra abbastanza innocuo, ma questa è la cosa peggiore che puoi fare per due motivi:

  • Non funziona a lungo termine;
  • È contrario ai Termini di servizio di YouTube.

Secondo YouTube, non è consentito “causare o incoraggiare misurazioni imprecise del reale coinvolgimento degli utenti con il servizio, anche pagando persone o fornendo loro incentivi per aumentare le visualizzazioni, i Mi piace o i Non mi piace di un video o per aumentare il numero di un canale abbonati …”

Realizzare video per l’algoritmo di YouTube è controproducente

Alcuni creator sono ossessionati dall’idea di battere l’algoritmo di YouTube.

Vogliono conoscere tutti i suggerimenti e i trucchi per aumentare il posizionamento di un video e ottenere milioni di visualizzazioni.

Ovviamente, non c’è modo di “battere” l’algoritmo di YouTube perché l’algoritmo non funziona contro nessuno o qualcosa.

Il suo unico compito è abbinare gli spettatori ai video giusti.

Se conosci bene il tuo pubblico, realizza video che vogliono vedere!

Ciò consente all’algoritmo di YouTube, o più precisamente al sistema di raccomandazione, di offrire quel contenuto ai tuoi spettatori.

Consigli YouTube 2023: Puoi stringere partnership anche se sei un piccolo creator

C’è un malinteso secondo cui i piccoli creator non possono fare soldi su YouTube , figuriamoci ottenere accordi con i brand.

Ma indovina un po’?

Non hai bisogno di milioni di abbonati per stringere partnership su YouTube.

La tua prova è un pubblico che agisce quando glielo chiedi, ad esempio quando scaricano un ebook o schiacciano il pulsante Mi piace.

Se riesci a mostrare quel tipo di coinvolgimento, il passaggio successivo è raggiungere i brand in linea con l’obiettivo del tuo canale.

Fai attenzione ai consigli di YouTube

Quando si tratta di buone prassi su YouTube, ci sono buoni consigli, consigli così così e suggerimenti sbagliati che fanno fallire il tuo canale.

Ecco perché è importante fare una giusta ricerca.

Cerca più fonti e segui solo i consigli che hanno senso per il tuo canale, soprattutto i nostri consigli!

Ed a proposito di consigli, oltre quello di seguire il corso di Immobili Digitali per diventare un vero e proprio esperto di YouTube, ti consigliamo di leggere anche il nostro articolo dedicato a quelle che sono le attrezzature utili per una solida presenza su YouTube.

Ti aspettiamo nel prossimo articolo!

Immobili Digitali

A cosa servono i Tag di YouTube?

Molte persone pensano di ottenere più visualizzazioni aggiungendo tag a un video, ma non è così che funzionano.
I tag aiutano le persone a trovare i tuoi contenuti, soprattutto se l’argomento contiene spesso errori di ortografia.
Questo vuol dire che, se ci sono degli errori di ortografia molto comuni, che capitano spesso, puoi inserirli all’interno dei tag aiutando così tutte quelle persone che li commettono. Nel complesso, i tag svolgono un ruolo minimo nell’aumentare le visualizzazioni.

Quali video bisognerebbe pubblicare su YouTube?

Alcuni creator sono ossessionati dall’idea di battere l’algoritmo di YouTube.
Vogliono conoscere tutti i suggerimenti e i trucchi per aumentare il posizionamento di un video e ottenere milioni di visualizzazioni. Ovviamente, non c’è modo di “battere” l’algoritmo di YouTube perché l’algoritmo non funziona contro nessuno o qualcosa. Il suo unico compito è abbinare gli spettatori ai video giusti. Se conosci bene il tuo pubblico, realizza video che vogliono vedere!

Quanto è importante diventare virali su YouTube?

Diventare virali su YouTube comporta molti vantaggi, come attirare nuovi spettatori e aumentare la tua fiducia come creator.
Ma nessuno parla di come questi vantaggi si trasformino in battute d’arresto per i creatori che non sono abituati a diventare virali. Diventare virali crea dipendenza, una pressione di cui non hai bisogno così presto.
Tra l’altro ciò porta ad alcune problematiche: Le visualizzazioni non provengono sempre dal tuo pubblico “reale”, diventare virali comporta critiche, alcune tendenze/sfide virali sono rischiose, diventare virali distorce la tua percezione della quantità rispetto alla qualità, pensi meno al tuo pubblico e più a te stesso.
Un creator esperto può resistere a queste cose, ma è più difficile quando sei nuovo su YouTube.

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

CONDIVIDI IL POST

Facebook
LinkedIn
Twitter
WhatsApp
Email
Picture of Immobili Digitali
Immobili Digitali

Immobili Digitali è il portale che ti permette di sfruttare la potenza di Youtube e creare infiniti Asset Digitali Automatizzati che ti portano visibilità e revenue costanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli