Canali YouTube non monetizzabili: Ecco tre esempi

canali youtube non monetizzabili immobili digitali

Indice degli argomenti

Un appello a te e a tutti i creator: Evita questi 3 tipi di canali YouTube perché sono canali non monetizzabili!

La maggior parte dei creator desidera monetizzare su YouTube , ma i loro canali non sempre superano il “test dei contenuti”.

È qui che YouTube esamina tutto su un canale (titoli, miniature, video popolari e altro ancora) per decidere se è idoneo al Programma partner di YouTube.

In tal caso, il creator può monetizzare i video con pubblicità e guadagnare direttamente dai fan.

Quindi, cosa impedisce ai creatori di farlo?

La maggior parte delle volte ciò accade quando violano le linee guida di YouTube che non possono essere ignorate.

Quindi, ecco tre canali che non riescono mai a superare la sicurezza di YouTube!

Canali con contenuti riutilizzati al 100%

Uno dei modi più rapidi per essere demonetizzato (o non monetizzato affatto) è riutilizzare i contenuti di altre persone su YouTube.

Oggi molti creator ripubblicano clip virali senza trasformarle affatto, ad esempio aggiungendo commenti originali, nuove immagini o modifiche accattivanti.

Ed è proprio questo che YouTube non vuole monetizzare: Video che sono copie precise di qualcos’altro.

Cosa dice YouTube: “Lo spirito di questa politica è assicurarci di premiare i creatori di contenuti originali e autentici che aggiungono valore agli spettatori. Consentiamo il riutilizzo dei contenuti se gli spettatori possono dire che c’è una differenza significativa tra il video originale e il tuo video.”

Ma perché questi canali non guadagnano?

YouTube valorizza i contenuti originali.

Se qualcuno prende un video e lo ripubblica senza alcun valore aggiunto, non ha senso pagarlo per questo.

È ingiusto nei confronti dell’autore e il furto di contenuti porta a una raffica di rivendicazioni e avvertimenti sul copyright.

Canali YouTube non monetizzabili: Esempi di contenuti riutilizzati

  • Prendendo clip popolari da varie fonti e compilandoli in un unico video;
  • Ripubblicare meme senza commenti o valore originali;
  • Pubblicazione di clip di programmi TV o film famosi;
  • Caricamento di musica di vari artisti senza il loro permesso.

Canali con contenuti ripetitivi

I contenuti ripetitivi possono essere noiosi e YouTube lo sa.

Pertanto, è una buona idea evitare di utilizzare ripetutamente le stesse miniature, titoli, descrizioni e contenuti video.

È sicuro utilizzare le stesse introduzioni e outro o clip di riferimento di video più vecchi, ma mantieni originale la maggior parte dei tuoi contenuti.

Inoltre, cerca di non generare in massa i tuoi video utilizzando solo l’intelligenza artificiale.

Dai ai tuoi contenuti un tocco umano e lascia che l’intelligenza artificiale assista o migliori il processo.

Cosa dice YouTube: “Contenuti ripetitivi si riferiscono a canali in cui i contenuti sono così simili che gli spettatori potrebbero avere difficoltà a individuare la differenza tra i video sullo stesso canale. Se hai molti video che violano le nostre linee guida, la monetizzazione potrebbe essere rimossa dal tuo intero canale.”

Gli inserzionisti sono alla ricerca di contenuti accattivanti e originali in cui inserire i loro annunci.

Se un canale sforna ripetutamente le stesse cose, non attirerà gli inserzionisti né sarà approvato per la monetizzazione.

canali youtube non monetizzabili

Canali YouTube non monetizzabili: Esempi di contenuti ripetitivi

  • Riproduzione in loop di brevi clip per un periodo prolungato, come i suoni della pioggia o del vento;
  • Caricare lo stesso video più volte, ma con titoli e miniature diversi;
  • Creazione di video di presentazioni automatizzate utilizzando lo stesso modello, testo e immagini;
  • Utilizzo di software di sintesi vocale per leggere articoli, elenchi o altri contenuti che appartengono a qualcun altro.

Canali che violano le Linee guida della community di YouTube

YouTube ha un lungo elenco di linee guida che mirano a garantire la sicurezza di tutti sulla piattaforma.

I canali che compiono atti pericolosi violano direttamente tali regole, il che significa che non possono fare soldi.

YouTube ha il potere di rimuovere del tutto questi canali.

Nello specifico, YouTube non ammette spam, inganno, contenuti inquietanti o sensibili, contenuti violenti o pericolosi, disinformazione e l’esaltazione di pratiche illegali.

Cosa dice YouTube: “Se il comportamento di un creator di YouTube all’interno e/o all’esterno della piattaforma danneggia i nostri utenti, la nostra community, i nostri dipendenti o il nostro ecosistema, potremmo rispondere in base a una serie di fattori tra cui, a titolo esemplificativo, l’efferatezza delle sue azioni e se esiste un modello di comportamento dannoso. La nostra risposta spazierà dalla sospensione dei privilegi di un creatore alla chiusura dell’account.”

Quando un canale si impegna in attività quali incitamento all’odio, molestie o diffusione di disinformazione, diventa una piattaforma ad alto rischio per gli inserzionisti.

I marchi non vogliono che la loro reputazione venga offuscata.

Canali YouTube non monetizzabili: Esempi di violazioni delle Linee guida della community

  • Diffondere informazioni false o teorie cospirative, in particolare riguardanti la salute pubblica, le elezioni o altri eventi significativi;
  • Realizzare video per molestare, intimidire o minacciare individui o gruppi specifici;
  • Promozione o glorificazione dell’uso di droghe o sostanze illegali;
  • Pubblicare contenuti che espongono i minori ad attività pericolose.

Quali canali vengono monetizzati su YouTube?

Sei pronto a trasformare il tuo canale in una macchina per fare soldi?

La buona notizia è che è più che possibile.

Hai solo bisogno di tre qualità per farcela:

  • Autenticità (la libertà di essere se stessi);
  • Originalità (uno spirito creativo);
  • Tenacia (la volontà di andare avanti).

Affidati al corso di Immobili Digitali per non sbagliare nessuna mossa verso il successo su YouTube.

Oltre a ciò, YouTube monetizza i canali che offrono contenuti originali, coinvolgenti e adatti agli inserzionisti.

Pensa a tutorial didattici, vlog divertenti, recensioni approfondite o persino narrazioni accattivanti.

Funziona tutto su YouTube e apre la strada alla monetizzazione.

In questo articolo rispondiamo ad una domanda che in molti ci hanno posto: Si possono dire le parolacce su YouTube?

Ti aspettiamo nel prossimo articolo!

Immobili Digitali

Quali sono alcuni esempi di canali non monetizzabili su YouTube?

Ci sono tre tipi principali di canali che YouTube non monetizza: canali con contenuti riutilizzati al 100%, canali con contenuti ripetitivi e canali che violano le Linee guida della community di YouTube.

Perché i canali con contenuti riutilizzati non riescono a guadagnare su YouTube?

YouTube valorizza i contenuti originali e autentici che aggiungono valore agli spettatori. Quando un canale pubblica materiale senza apportare modifiche significative, YouTube non lo monetizza. Inoltre, il riutilizzo senza valore aggiunto può portare a problemi di copyright e rivendicazioni da parte degli autori originali.

Perché i canali che violano le Linee guida della community non vengono monetizzati su YouTube?

YouTube vuole garantire la sicurezza degli utenti sulla piattaforma. I canali che violano le Linee guida possono danneggiare la reputazione di YouTube e creare un ambiente non sicuro per gli inserzionisti. La monetizzazione potrebbe essere rimossa e, in casi gravi, l’account potrebbe essere chiuso come risposta alle violazioni.

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

CONDIVIDI IL POST

Facebook
LinkedIn
Twitter
WhatsApp
Email
Immobili Digitali
Immobili Digitali

Immobili Digitali è il portale che ti permette di sfruttare la potenza di Youtube e creare infiniti Asset Digitali Automatizzati che ti portano visibilità e revenue costanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli